Autonomia dello smartphone limitata? Abbiamo la soluzione

Il tuo smartphone non arriva a fine giornata? Abbiamo qualche consiglio per te.
Ciao! Mi chiamo Simone e sono uno studente universitario che ama ogni cosa riguardante la tecnologia. Oltre a questo amo immortalare i momenti della mia vita con degli scatti “Instagrammabili”!

Eccoci qui su questo articolo pieno di consigli per migliorare l‘autonomia dello smartphone!

Le aziende tech si stanno “specializzando” (e alcune lo sono già) nel creare dei dispositivi sempre più performanti e in grado di soddisfare anche gli utenti che non hanno bisogno di chissà quali funzionalità speciali. Ma spesso viene preso sotto gamba un piccolo ma importante particolare: la batteria. E’ fantastico avere lo smartphone più figo ed intrigante in circolazione, ma dannazione, una batteria che può portarci a fine giornata ci vuole!

Alcuni produttori inseriscono delle batterie con numeri da capogiro sui propri prodotti, ma altri non danno all’utente una buona autonomia, lasciandolo senza smartphone nel bel mezzo della giornata. Sapete perchè?

Ormai quasi tutti gli smartphone hanno schermi avanzatissimi con colori sempre più… (perdonate il gioco di parole) colorati! Ma spesso il problema è il cervello del telefono (il cosiddetto processore o CPU) che non gestisce al meglio i consumi e quindi, per questo motivo, l’autonomia sarà peggiore. Ovviamente dipende anche da come e per cosa usate lo smartphone, però vi possiamo garantire che un processore migliore può fare la differenza.

Dopo questa introduzione direi che possiamo passare ai nostri consigli!


Gestite l’aggiornamento app in background

Vi spieghiamo brevemente che cos’è. E’ quando le applicazioni presenti sul vostro dispositivo continuano ad aggiornarsi durante la giornata, in qualsiasi momento, per darvi dati aggiornatissimi.

Per farvi capire meglio facciamo un esempio: avete un social network come Instagram o Facebook. Se l’aggiornamento app in background è attivo, l’app aggiornerà i suoi contenuti in continuazione… peggiorando l’autonomia!

Aggiornamenti automatici app

Disattivate questa funzione per fare in modo che le app non si aggiornino automaticamente quando vengono rilasciate nuove funzionalità o versioni. E’ molto meglio aggiornare le app manualmente quando la batteria è completamente carica. Questo potete farlo dal “negozio” (chiamato anche Store) di applicazioni del vostro telefono.

Utilizza la luminosità automatica

I telefoni odierni hanno un sensore di luce ambientale che regola la luminosità dello schermo in base alla luce esterna che lo circonda. Questo sensore rende lo schermo più luminoso in luoghi illuminati e meno luminoso quando c’è meno luce.

Se non ti serve il Wi-Fi, spegnilo

Il titoletto dice tutto, ma vi scrivo una frase per motivare il consiglio. Se si è in un luogo in cui non si ha a propria disposizione una rete Wi-Fi, è consigliabile spegnerlo, altrimenti viene continuamente cercata una rete disponibile, e questo consuma di più la batteria!

Lo stesso discorso vale per il Bluetooth.

Usa il risparmio energetico

La modalità di risparmio energetico arresta tutte le funzioni non essenziali per risparmiare quanta più energia possibile.

Segui la regola 40-80

Una delle regole che in pochi conoscono riguarda il ciclo carica-scarica dello smartphone. Per aumentare la vita della batteria è consiglibile rispettare la “regola del 40-80”: non andare mai sotto il 40% di batteria residua e non superare l’80% in fase di ricarica.

Luminosità non troppo alta

La luminosità dello schermo influisce sulla durata della batteria. Più luminoso è il display, maggiore è il consumo energetico. Mantieni lo schermo più scuro possibile per risparmiare la durata della batteria.

Hotspot personale solo se serve

L’hotspot personale trasforma il dispositivo in un hotspot che trasmette i propri dati cellulari ad altri dispositivi connettibili. Questa è una funzione molto utile ma scarica velocemente la batteria.

Verifica quali app consumano più batteria

La funzione di utilizzo della batteria mostra quali app hanno consumato più energia nelle ultime 24 ore e/o negli ultimi giorni.

Tieni il GPS sotto controllo

Il GPS fornisce una serie di indicazioni e individua negozi, ristoranti e altri luoghi utili nelle vicinanze. Ovviamente, per funzionare, ha bisogno della batteria. Per questo motivo consiglio di abilitare il GPS solamente per le app usate di più e/o per i servizi di localizzazione del telefono (come Dov’è di Apple o Trova Telefono di Google).

Non chiudere spesso le apps

La chiusura regolare delle app può velocizzare il consumo della batteria. Il riavvio ripetuto di un’app richiede una quantità maggiore di batteria rispetto al funzionamento dell’app in background.


Queste erano le principali dritte che volevamo darvi (valide per qualsiasi smartphone)! Speriamo che vi sia stato d’aiuto… l’autonomia dello smartphone è fondamentale!

Questo articolo termina qui. Ricordatevi di iscrivervi alla newsletter, di seguirci sui social e di condividere l’articolo con i vostri amici per far crescere la community di easyers!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Ciao! Mi chiamo Simone e sono uno studente universitario che ama ogni cosa riguardante la tecnologia. Oltre a questo amo immortalare i momenti della mia vita con degli scatti “Instagrammabili”!

Potrebbe interessarti:

Let's keep in touch!

Scopri altri articoli

Condividi Tech is easy:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Condividi Tech is easy:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

La newsletter ti aspetta.

Rimani aggiornato sulle ultime novità di Tech is easy.

Niente spam, promesso!